Vicolo del conte 96, 00148 Roma, Italia

  +39 3498228485 /parenza98@hotmail.it

  • Instagram

Filippo Parenza

004.jpg
96b.jpg
96c.jpg

Massimo Stanzione (Frattamaggiore, 1585 - Napoli, 1656)(Attrib. a)

Olio su tela, cm 76 x H 97.

Sant'Apollonia

Massimo Stanzione (Frattamaggiore o Orta di Atella, 1585 - Napoli, 1656) è stato un pittore italiano, attivo principalmente a Napoli durante il periodo barocco.

Soprannominato il Guido Reni napoletano, fu uno dei più importanti pittori della scuola napoletana del Seicento.

Le sue opere uniscono l'influenza della pittura emiliana del Reni e Domenichino con il tenebrismo Caravaggesco.

Inizialmente l'opera originale, raffigurante il medesimo soggetto, venne individuata con il dipinto in collezione Pellegrini, successivamente smentita dalla critica attuale Thomas C. Willette e Sebastian Schutze, autori della monumentale monografia edita da Electa, che propongono per l'opera un'attribuzione a Giuseppe Marullo.

La nostra tela, di qualità superiore e di indubbio altissimo livello esecutivo, è da attribuire con certezza alla mano del pittore Napoletano Massimo Stanzione, e con tutta probabilità  da datare, per i suoi toni scuri, verso la fine degli anni venti, periodo di influenza Caravaggesca dell'artista.

Questa splendida tela, raffigura Sant'Apollonia, la quale secondo la tradizione furono estirpati i denti di bocca, per questo viene considerata patrona dei dentisti.La figura della santa, di straordinaria forza pittorica, e di eleganza nelle forme, è qui raffigurata come una giovane vergine che tiene in mano una tenaglia per estirpare i denti, attributo del suo personaggio.

Ringraziamo il prof. Riccardo Lattuada, per aver confermato l'attribuzione a Massimo Stanzione.